target 2

2-titano

Titano è la luna più grande di Saturno, la seconda più grande di tutto il Sistema Solare (seconda solo a Ganimede di Giove), ed è stata scoperta da Christiaan Huygens nel 1655.

Grazie alla missione Cassini-Huygens oggi conosciamo Titano con un altissimo grado di dettaglio. La sonda madre, negli anni, ha raccolto immagini sempre più particolareggiate delle sue nubi, e nel gennaio 2005 il lander Huygens si è separato dalla sonda, scendendo sulla superficie di Titano. Gli strumenti a bordo del lander hanno raccolto dati nel corso della discesa, durata circa 2 ore, e anche dalla superficie della luna, rivelando un mondo nuovo e ricco di sorprese.

Per quanto ne sappiamo, Titano è l’unica luna del Sistema Solare ad avere una spessa atmosfera, ed è anche l’unico luogo in cui è possibile trovare un ciclo di liquidi che scorrono sulla sua superficie, simile a quello che si osserva a Terra con l’acqua, mentre su Titano avvengono processi simili con etano e metano. A causa della sua grande distanza dal Sole, su Titano fa molto freddo (circa -179° C), quindi in questo mondo l’acqua è presente solo in forma solida. Etano e metano, invece, possono formare nubi, creare piogge e laghi, proprio come accade con l’acqua sulla Terra.